Il Concilio Ecumenico di Trento


Il Concilio di Trento
Il Concilio di Trento (Ecumenico XIX) si era reso necessario per ripristinare l'ortodossia del dogma cristiano messa in dubbio dalle dottrine riformistiche di Lutero e per riaffermare l'unitÓ della Chiesa Cattolica minacciata dai deviazionismi teologici del tempo.

Il Concilio viene convocato da Papa Paolo III il 22 maggio 1542 ma immediatamente sospeso per la guerra tra Carlo V e la Francia.

Riconvocato nel 1544 ha finalmente inizio con la seduta di apertura del 13 dicembre 1545.

Il primo periodo dura fino al 17 novembre 1549 e comprende 10 delle sue 25 sessioni. L'ottava e la nona sessione vengono tenute a Bologna per una epidemia di Tifo che a Trento provoc˛ numerose vittime.

A Bologna le due sessioni si tengono tra il 1547 ed il 1549. In seguito, a causa delle proteste dell'ambasciatore imperiale Diego Mendoza per l'avvenuto trasferimento dei lavori, Il Concilio viene sospeso.

Il papa Giulio III riconvoca i padri conciliari a Trento dove ha luogo, dal 1░ maggio 1551 al 28 aprile 1552, il secondo periodo. Dopo solo sei sessioni il Concilio viene nuovamente sospeso a causa dei gravi avvenimenti politici e militari che sconvolgono l'Europa.

Il papa Pio IV il 29 novembre 1560 convoca nuovamente il Concilio a Trento, questo terzo ed ultimo periodo si concluderÓ il 4 dicembre 1563.